RENDIMENTO TERMICO di STUFE e CAMINETTI New Page 12

 

LE MENZOGNE SUL RENDIMENTO TERMICO.

IL RENDIMENTO TERMICO DI STUFE E CAMINETTI.

IL RENDIMENTO TERMICO DELLE CALDAIE A LEGNA.

DATI NELL'USO REALE IN CONFRONTO AI DATI INDICATI SULLE BROCHURE.

ATTENZIONE: VI SONO ALCUNE TRAPPOLE NELL'INTERPRETAZIONE DEI DATI DI RENDIMENTO CHE POSSONO INDURRE IN ERRORE L'ACQUIRENTE

 

 

Il rendimento termico degli apparati a legna è misurato da enti certificatori autorizzati.  Le misurazioni avvengono seguendo il protocollo delle norme tecniche di riferimento. Le norme tecniche evolvono d'anno in anno.

Le norme tecniche dispongono le regole e condizioni alle quali devono essere eseguite le prove e le misurazioni.

Le norme tecniche Europee sono generali ma ogni Nazione ha norme tecniche di riferimento specifiche che possono essere anche molto più restrittive.

Anche le stesse piccole REGIONI possono emettere regole locali.

Le Regioni che si affacciano sul bacino Padano hanno un alto tasso d'inquinamento atmosferico causato da differenti tipologie di emissioni indistruali e civili. Tutti i sistemi di combustione di tali Regioni sono soggetti ad ulteriori restrizioni nelle emissioni inquinanti.

 

Il rendimento termico è uno dei DATI più importanti da osservare qualora si acquisti un prodotto DA RISCALDAMENTO e non solamente per bellezza estetica.

Un maggiore rendimento termico equivale ad una maggiore emissione di calore con la stessa quantità di legna, meno legna consumata equivale a MINORE SPESA DI RISCALDAMENTO!

 

 

Le certificazioni Tedesche, Austriache e Svizzere sono già tra le più rigide ma le restrizioni del bacino padano Italiano sono ancora maggiori.

Gli apparati che superano le certificazioni Tedesche, Austriache e Svizzere danno prova d'alte proprietà nella combustione e nei rendimenti termici.

Le certificazioni ambientali richieste in Italia classificano le stufe con un numero di stelle... 5 STELLE è la CLASSIFICAZIONE MIGLIORE!

 

 

 

 

 

RENDIMENTI TERMICI IN CAMERA DI CERTIFICAZIONE (TEST en13240 en13229 - CE) e RENDIMENTI TERMICI REALI:

 

Il rendimento termico non è un dato fisso e dipende da vari fattori, dall'umidità della legna, dalle condizioni di tiraggio, dalla temperatura dell'aria in entrata alla camera di combustione, dalla quantità d'aria comburente immessa, dalla temperatura dei fumi e dalle perdite per incombusti.

 

I test Europei avvengono in camera di certificazione con impianto fumario perfetto e le condizioni d'utilizzo seguono uno schema preciso.

Le leggi impongono all'utilizzatore di disporre d'un impianto fumario pressochè perfetto ed usare la stufa nella stessa modalità dei test di certificazione.

Sovente però nelle nostre case gli impianti fumari non sono così perfetti e la conduzione del prodotto non avviene come indicato dai test di certificazione... abbiamo quindi un DATO DI RENDIMENTO TERMICO DI CERTIFICAZIONE ma sappiamo che se l'apparato non viene condotto come in camera di certificazione non darà i risultati dichiarati dal costruttore!

 

Nelle nostre case possiamo quindi ipotizzare che per avere ottimi rendimenti il prodotto dovrà essere altamente performante nella MODALITA' D'USO QUOTIDIANO (un poco differente dai test).

 

 

RENDIMENTI TERMICI A TUTTE LE ANDATURE: Il rendimento dipende anche dall'andatura mantenuta.

La certificazione EUROPEA prevede i test SOLO all'andatura elevata ma STUFE e CAMINETTI HANNO il COMANDO D'ANDATURA VARIABILE!

TESTARE UN APPARATO  ad "ANDATURA VARIABILE" (come stufe e caminetti a legna) "SOLO ALL'ANDATURA ELEVATA" E' UN ERRORE dell'ente che ha emesso le normative!

 

In USA e CANADA le normative vigenti testano il prodotto a 3 andature differenti!

Se l'apparato "è ad andatura variabile" occorre fornire ai clienti il "RENDIMENTO A TUTTE LE ANDATURE" poichè i test alla sola andatura nominale elevata non forniscono un dato soddisfacente e sufficiente alla valutazione del prodotto.

 

Una stufa od un caminetto può avere rendimenti MOLTO DIFFERENTI se mantenuto a basso regime piuttosto che a medio od elevato regime, i dati EUROPEI di certificazione non assicurano all'acquirente la chiarezza dei risultati reali.

E' IMPORTANTE POTER OTTENERE ELEVATO RENDIMENTO A TUTTE LE ANDATURE!

 

 

pochissimi apparati riescono ad avere elevati tassi di rendimento a TUTTE LE ANDATURE

VISITA IL NOSTRO NEGOZIO di STUFE VERAMENTE ADATTE PER LUNGA AUTONOMIA

 

 

La combustione COMPLETA e PULITA del legname da ardere non è affatto semplice da realizzare... Il legname è un elemento complesso di non semplice combustione.

 

 

 

Se acquistate un apparato con alto rendimento (indicazione certificata a potenza nominale cioè andatura elevata) apparentemente avete fatto un buon acquisto MA se poi lo utilizzate sovente ad andatura bassa e media nella realtà avete fatto un grosso errore!

Consumerete molta legna in più del necessario, il rendimento termico sarà pessimo, la canna fumaria si sporcherà moltissimo.

Se intendete fare l'utilizzo pieno del prodotto, usare tutte le andature in base alle esigenze di combustione, di calore e d'autonomia di fuoco, DOVETE OPTARE PER UN PRODOTTO CON ELEVATO RENDIMENTO A TUTTE LE ANDATURE.

 

 

Se l'apparato scelto avrà un rendimento elevato a TUTTE LE ANDATURE allora avrete fatto veramente un acquisto eccellente!

La stufa viene sempre usata variando l'andatura in base alle esigenze di calore, quindi contare 24 ore su 24 su un rendimento termico molto elevato IN TUTTE LE CONDIZIONI DI CARICA ED A TUTTE LE ANDATURE IMPOSTATE è la cosa più preziosa!

 

RISPARMIERETE MOLTA LEGNA, NON INQUINERETE E VI SCALDERETE MEGLIO SENZA INTASARE LA CANNA FUMARIA DI FULIGGINE.

 

La combustione lenta Catalizzata, fino a 30 ore d'autonomia con una sola carica di legna

 

Le stufe Canadesi vengono testate in Europa con il metodo Europeo ad ELEVATA ANDATURA

ma avendo ottima cambustione anche alle basse andature il loro rendimento nell'uso quotidiano è più elevato di quello certificato!

 

Il prodotto tradizionale a legna provoca una DIMINUZIONE dei rendimenti termici al diminuire dell'andatura...

il prodotto Catalizzato Canadese giova invece d'innalzamento ulteriore del suo rendimento termico riducendo l'andatura.

 

immagine sotto: le braci al mattino nella stufa canadese

 

TRAPPOLE NEI RENDIMENTI DICHIARATI (certificati ad andatura elevata)

 

 

RENDIMENTI TERMICI ALLE BASSE ANDATURE:

 

Su ogni apparato tradizionale si può ridurre l'andatura limitando l'ingresso d'aria comburente nel focolare. Ogni combustibile però ha un rapporto stechiometrico fisso... cioè abbisogna d'una certa quantità d'ossigeno per bruciare bene... ma riducendo o chiudendo l'afflusso d'aria per limitare l'andatura viene a scarseggiare l'ossigeno.

 

Nelle condizioni di bassa andatura la legna brucia in maniera incompleta emettendo molti fumi incombusti in canna fumaria senza generare calore (ed inquinando l'atmosfera)... i rendimenti termici crollano.

 

immagine di combustione soffocata

 

RIASSUMENDO:

Il dato di certificazione EUROPEA del rendimento termico a potenza nominale non tiene in nessun conto delle medie e minime andature ma valuta solo l'andatura elevata!

Questo è dannoso perchè fornisce un dato incompleto che trae in inganno il cliente, un apparato ad andatura variabile andrebbe testato a tutte le andature!

 

Gli impianti di certificazione sono costruiti ed attrezzati in maniera differente rispetto alle installazioni che abbiamo nelle nostre case e questo genera anche dei risultati differenti.

I rendimenti misurati in laboratorio sono ben diversi da quelli che possiamo misurare nelle abitazioni, ne abbiamo esperienza diretta con i test eseguiti con lo strumento di misura dell'associazione.

 

 

IMMAGINI DEGLI STRUMENTI DI MISURA UTILIZZATI

 

ALTO RENDIMENTO A TUTTE LE ANDATURE - STUFE A LEGNA CON "RENDIMENTI TERMICI INVERSI":

 

Esistono stufe a legna con altissimi rendimenti termici proprio all'andatura minima e che mantengono condizioni di rendimento MOLTO STABILI a tutte le altre andature:

alle andature basse NON VANNO IN INCOMBUSTIONE mentre ad andature elevate i fumi non acquisiscono temperature troppo alte, quindi si contengono le perdite termiche.

 

La tecnologia di queste stufe e di questi caminetti prevede degli accorgimenti aggiuntivi importantissimi che permettono vari vantaggi tra i quali alti rendimenti a tutte le andature, in questi apparati le perdite al camino diminuiscono ancora di più alle basse andature implicando rendimento elevatissimo, maggiore di quello certificato!

 

HANNO POI ULTERIORI PREGI!

 

 

Mentre nei prodotti tradizionali con l'utilizzo quotidiano ci troveremo sempre ad ottenere dei rendimenti termici inferiori a quelli certificati dal costruttore

nei prodotti SUPER-EVOLUTI con l'utilizzo quotidiano avremo spesso dei rendimenti termici SUPERIORI a quelli certificati!

Per questo i consumi di legna risulteranno dal 30% al 60% inferiori!

 

 

GRAFICO:

LA CERTIFICAZIONE DEI RENDIMENTI TERMICI E’ ESEGUITA ALLE POTENZE ELEVATE: I 3 PRODOTTI DEL GRAFICO SONO TUTTI CERTIFICATI CON 80% DI RENDIMENTO TERMICO ALLA POTENZA DI 10kw/h NOMINALI.

Si nota che il prodotto ALTAMENTE EVOLUTO "colore verde" ha un incremento di rendimento all'abbassarsi dell'andatura. Nelle nostre case accade molto sovente d'utilizzare le andature basse e medie, sia per moderare la quantità eccessiva di calore, sia per far durare di più la legna in combustione.

Con un prodotto ALTAMENTE EVOLUTO (curva VERDE nel grafico) otterremo sempre rendimenti superiori a quelli certificati, alla minima andatura di 5.5kw/h avremo un rendimento termico del 89% al posto dell'80% certificato. Questo prodotto a minima andatura non causa incombustione.

 

AL CONTRARIO TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI TRADIZONALI HANNO UNA CURVA DI RENDIMENTO TERMICO INVERSA:

il prodotto BLU è anch'esso certificato a 10kw/h con 80% di rendimento termico ma quando nelle nostre case abbasseremo l'andatura questa stufa fornirà combustioni peggiori con rendimenti termici inferiori a quelli certificati, minor calore emesso e consumi maggiori di legna... alla minima andatura di 6kw/h avrà un rendimento termico del 72% al posto dell'80% certificato ed inquinerà molto a causa dell'enorme quantità d'incombusti emessi.

La stufa relativa alla CURVA ROSSA è certificata 80% di rendimento termico a 10kw/h nominali... ma alla minima andatura di 7.4kw/h andando in forte incombustione fornirà solo il 68% di rendimento termico.

 

Va notato quindi che il dato fornito dalla fabbrica è un'indicazione di massima IMPORTANTE ma con sfumature occulte ancor più importanti e preziose da conoscere. Tutti i prodotti tradizionali hanno comportamenti simili alle curve BLU e ROSSA, solo pochi ricercati prodotti tecnologici forniscono oggi curve del tipo VERDE.

 

Va notato che l'utilizzo frequente delle stufe è sempre a media e medio-bassa andatura e non all'andatura massima di certificazione quindi i prodotti di tipologia VERDE nella realtà forniscono sempre i risultati migliori, minori consumi e maggior calore.

 

 

VISITA IL NOSTRO NEGOZIO di STUFE VERAMENTE ADATTE PER LUNGA AUTONOMIA

 

 

ALTO RENDIMENTO IN TUTTE LE CONDIZIONI DI CARICA LEGNA:

 

 

 

RENDIMENTO TERMICO E QUANTITA'  DI LEGNA (kg) :

 

Le certificazioni EUROPEE prevedono ogni ora l'immissione di piccole quantità di legname in camera di combustione (ad esempio circa 2,5 kg per un prodotto certificato alla potenza di 10kw/h).

Nell'uso quotidiano REALE, molti clienti violando le indicazioni del costruttore, inseriscono quantità anche triple rispetto ai 2,5 kg ed aggiungono legna ad intervalli maggiorati rispetto all'ora... con un utilizzo differente occorre misurare la qualità della combustione e la percentuale REALE di rendimento termico nell'uso quotidiano in confronto ai dati di laboratorio di certificazione.

 

Nei prodotti a tecnologia TRADIZIONALE aumentando la quantità di legna rispetto a quella inserita in laboratorio, si tenderà a combustioni meno efficaci (incombustione maggiorata) e fumi più caldi in uscita dalla stufa, quindi i rendimenti REALI diminuiranno.

Nelle stufe a lunga autonomia NORMALI sovente si utilizzano sia le cariche maggiorate che l'abbassamento dell'andatura... e si raggiungono quantità d'incombusti elevatissimi con rendimenti veramente preoccupanti.

 

Occorre saper scegliere i prodotti d'eccellenza che possono prevedere tranquillamente AMPIE CARICHE DI LEGNA (finoa 41kg) producendo sempre combustione efficiente e pulita!

Questi prodotti sono evidentemente migliori e permettono consumi inferiori di legna perchè forniranno sempre alti rendimenti in tutte le condizioni!

 

i prodotti Canadesi Catalizzati eccellono in questi compiti!

 

Ampia carica equivale ad elevata disponibilità termica ed ottimo riscaldamento!

 

 

 

Oltre ai prodotti Canadesi Catalizzati che eccellono sia nelle cariche che nelle combustioni lente,

possiamo bruciare grosse quantità di carica ANCHE negli apparati dotati di "girofumi di potenza e girofumi di massa".

La combustione in questi ultimi prodotti deve però essere sempre vigorosa e mai troppo lenta!

 

 

I sistemi con accumulo privi d'effetto convettivo prolungheranno i tempi d'emissione termica ma con bassa potenza emessa... scalderanno una sola stanza

ed occorrerà attendere un parziale raffreddamento della massa prima di poter rimetter legna.

 

I sistemi con scambiatore metallico di potenza saranno più generosi nell'emissione termica e nelle possibilità di aggiunger legna per offrire più calore (non occorre attendere il raffreddamento della massa d'accumulo).

 

sistema con girofumi di potenza

 

 

TIRAGGIO DELLA CANNA FUMARIA E RENDIMENTI TERMICI:

 

La canna fumaria cha abbiamo in casa non è certamente costruita con gli accorgimenti che si trovano in camera di certificazione, questo porta a variazioni di tiraggio rispetto alle condizioni di laboratorio.

Nelle nostre case le stufe ed i caminetti a legna a regime massimo d'andatura hanno un rendimento termico inferiore a quello di laboratorio ANCHE a causa dei fumi in uscita troppo caldi che si traducono in "PERDITE AL CAMINO".

Con i nostri strumenti abbiamo misurato condizioni gravose con fumi in uscita in canna fumaria oltre 600°C in apparati che erano certificati con fumi sotto i 300°C... abbiamo quindi riscontrato  la perdita di oltre 300°C in più in uscita dalla canna fumaria rispetto alle prove di laboratorio... una marea di kw/h sprecati, legname bruciato senza utilità termica per la casa!

 

In laboratorio i test avvengono normalmente con cariche moderate di legna e precise condizioni di tiraggio = 12 Pascal.

Nelle misure eseguite nelle abitazioni abbiamo rilevato fino a 35 Pascal con FUMI MOLTO CALDI CHE SFUGGONO IN CANNA PRIMA DI CEDERE IL CALORE ALL'ABITAZIONE!

ATTENZIONE ALL'INSTALLAZIONE: Le installazioni perfezionate mirano con accorgimenti a mantenere i canonici 12 Pascal grazie ad apparati che AUTOMODERANO il tiraggio eccessivo.

 

Ci sono tecnologie in grado di massimizzare l'estrazione del calore prima che vada perso (grazie a girofumi tecnici a rapida cessione del calore od altre strategie)... abbiamo persino test in laboratorio con emissioni termiche della stufa pari a 46kw/h e rendimenti dell' 85%... la stabilità del tiraggio aiuta a realizzare le migliori prestazioni.

 

Nel mondo reale fuori dai laboratori di certificazione sono questi gli apparati i più performanti.

STUFE e CAMINETTI PROFESSIONALI CON BASSISSIMI CONSUMI, 5 STELLE

oltre 30 ORE DI COMBUSTIONE con una sola carica di legna

DIFFUSIONE AMPLIATA: il calore invade tutta la casa

 

Il rendimento termico certificato alla potenza indicata dal costruttore è un riferimento utilissimo ma INCOMPLETO:

 

La potenza della stufa dev'essere adeguata (non eccessiva e non bassa) in modo che l'apparato lavori sempre a regimi che assicurino elevati rendimenti.

Solo gli apparati migliori potranno viaggiare a media e bassa andatura con rendimenti ottimali e senza provocare combustioni altamente inquinanti.

Le stufe a legna a TRIPLA COMBUSTIONE CATALIZZATA sono in grado d'assicurare buoni rendimenti anche alle andature molto basse di fuoco, dove le stufe meno performanti entrano in forte crisi bruciando male con forte inquinamento e spreco di combustibile. Le stufe ed i camini EVOLUTI hanno anche sistemi di recupero termico che riducono le eccessive perdite di calore. Anche alle andature più elevate recuperano moltissimo del calore prodotto prima che venga disperso in canna fumaria.

 

Disponendo del rendimento alla sola potenza di certificazione denominata POTENZA NOMINALE è poi difficoltoso risalire alle prestazioni REALI della stufa alle altre andature, sarà l'osservazione degli accorgimenti tecnico-costruttivi che permetterà ad un esperto d'intuire se il prodotto possa avere buone prestazioni anche a bassissime andature ed altissime andature... noi abbiamo acquistato uno strumento di misura per comprendere realmente la qualità della combustione. Con lo strumento vediamo bene il rendimento della stufa ed il grado d'ecologia a tutte le andature.

 

Tutto questo discorso vale per gli apparati ad andatura variabile (utile per variare l'emissione termica in casa in base alle esigenze stagionali).

 

 

UN ESEMPIO DI COMPARAZIONE DATI:

 

- un costruttore indica il rendimento termico dell'80% all'andatura massima (es. 22 kw/h)

- un'altro costruttore indica l'83% ad un'andatura inferiore (es. 11 kw/h)

NONOSTANTE CHE A PRIMA VISTA IL SECONDO PRODOTTO ABBIA UN DATO DI RENDIMENTO TERMICO SUPERIORE ED APPARE QUINDI MIGLIORE, il primo prodotto se tecnicamente evoluto, ad andature intermedie e potenze intorno agli 11kw/h avrà certamente rendimenti molto superiori all'80% e presumibilmente ben superiori all'83% ed è quindi considerabile come PRODOTTO MIGLIORE con consumi minori di combustibile e minori emissioni inquinanti!

Se è un prodotto evoluto può bruciare correttamente le legna senza incombusti anche ad andatura dimezzata e può recuperare più calore e quindi offrire rendimenti maggiori.

Se invece non ha una tecnologia di combustione adatta alla riduzione d'andaturaun abbassamento ddi potenza porterà a conseguenze negative.

 

Attenzione alle analisi dei dati, può esser facile esser tratti in inganno... ogni dato va riconsiderato perchè fornisce solo informazioni parziali.

 

 

RENDIMENTO TERMICO DI STUFE, CALDAIE E CAMINETTI AD ANDATURA FISSA:

 

Alcuni apparati hanno andature FISSE (non variabili) i rendimenti sono certificati a tali andature QUINDI IL DISCORSO E' PIU' SEMPLICE... SEBBENE ANCHE QUI VI SIANO ALCUNE TRAPPOLE.

 

RENDIMENTO TERMICO CALDAIE A LEGNA:

I motivi principali per cui possono variare i rendimenti sono a causa di scarsa manutenzione, guasto, legname umido, tiraggio non adatto al prodotto, installazione non adeguata (causa dell'80% dei problemi con le caldaie a legna).

Le caldaie a legna hanno spesso ottimi rendimenti e combustioni eccellenti, possono soffrire di alcune perdite aggiuntive di rendimento nei tubi di distribuzione e negli accumuli d'acqua calda. Le perdite sono molto limitate se l'impianto è fatto ad arte, molto ben coibentato, diventano perdite sensibili se l'impianto è vecchio e poco o per nulla coibentato. Tutto il calore intensamente generato verrà indirizzato nell'accumulo d'acqua calda.

La variazione dell'intensità del calore emesso nei termosifoni o nei pavimenti radianti sarà regolata dal sistema tecnico deputato al controllo ed all'invio del calore nell'abitazione (e non da un'andatura variabile della combustione).

 

NOTA BENE LE CALDAIE A LEGNA DEVONO SEMPRE AVERE GROSSI ACCUMULI (PUFFER) ALTRIMENTI ENTRANO IN CONDIZIONI DI INCOMBUSTIONE ANCHE MOLTO PEGGIORI RISPETTO ALLE STUFE E CAMINETTI AD ANDATURA VARIABILE.

LE CALDAIE A LEGNA D'ALTISSIMA QUALITA' SONO ANCORA PIU' SPECIALIZZATE DELLE STUFE EVOLUTE ED HANNO ACCORGIMENTI SPECIALI CHE PERMETTONO RENDIMENTI TERMICI ANCORA MAGGIORI.

 

Per mia esperienza nel campo CALDAIE, OCCORRE INSTALLARE PRODOTTI D'ALTISSIMA QUALITA' (anche se più costosi) PERCHE' I PRODOTTI A BASSO COSTO RISULTANO VERAMENTE PESSIMI E POSSONO DARE DEI PROBLEMI.

PIUTTOSTO DI SCEGLIERE UNA CALDAIA DI BASSO LIVELLO MOLTO MEGLIO INVESTIRE MENO SOLDI IN UNA BUONA STUFA EVOLUTA CHE NON DARA' PROBLEMI.

PIUTTOSTO DI NON INSTALLARE IL PUFFER SULLA CALDAIA A LEGNA E' MOLTO MEGLIO INSTALLARE UN CAMINETTO OD UNA STUFA EVOLUTI!

 

 

RENDIMENTO TERMICO STUFE AD ACCUMULO (ad ANDATURA FISSA):

anche qui i motivi principali per cui possono variare i rendimenti sono la scarsa manutenzione, installazione non adeguata, COSTRUZIONE ERRATA, guasto, legname umido, tiraggio non adatto al prodotto... ed uso scorretto.

 

Le STUFE DI MASSA sono ottime, NON HANNO UNA VARIABILITA' D'ANDATURA ma produrranno differente emissione termica in base alla quantità di legna inserita in camera di combustione. Va ben compreso che il sistema d'accumulo in massa di mattone refrattario/pietra ha dei pregi e dei limiti.

 

Tra i pregi:

1- i rendimenti sono realmente buoni

2- il calore è lungo e piacevole, le stufe ad accumulo generano UN CALORE MOLTO CONFORTEVOLE, PIACEVOLE E SALUTARE, il più piacevole in assoluto per il corpo umano!

 

Tra i limiti:

1- l'emissione termica solo radiante limita l'espansione e la diffusione del calore in casa

2- la potenza termica è ridotta

3- l'immagazzinamento del calore prodotto dalla combustione deve avvenire tramite fiamma viva d'una giusta carica di legna. Se il prodotto può stoccare il calore di 15kg di legna non dovremo bruciare più legna altrimenti correremo 2 rischi importanti

a- rischio di crepare la muratura per eccesso di calore e dilatazioni eccessive

b- calo di rendimento a causa della fuoriuscita di fumi troppo caldi.

 

 

In questo campo i prodotti ibridi di massa con:

combustione evoluta prolungata + emissione termica convettiva sono i migliori,

più comodi, più potenti e riscaldano la casa intera 24 ore su 24.

 

 

 

 

Le stufe in pietra ollare RADIANTI non emettono più di 2,5kw/h... con il mattone si potrà potenziare maggiormente ma senza esagerare.

I prodotti risolutivi per il riscaldamento della casa intera possiedono caratteristiche più evolute con emissione termica maggiorata, durata della combustione maggiorata, sistema accumulo e girofumi con emissione termica mista RADIANTE + CONVETTIVA... con essi non vi sono limiti e si riscalda la casa intera!

 

 

PELLET e rendimento termico:

 

Stufe e caminetti a pellet sono soggetti alle stesse indicazioni dei prodotti a legna, mi è capitato di vedere alcuni cataloghi che indicano la potenza minima e quella massima con a fianco i 2 rispettivi rendimenti termici, sono dati importanti e preziosi.

Anche per esse il rendimento termico maggiore si realizza ad andatura bassa (purchè la combustione avvenga in maniera completa ma per il pellet è un discorso differente poichè vi sono più controlli e più automatismi).

 

 

Riassumendo:

i prodotti comuni tendono a rendimenti ottimali solo in sede di certificazione ed hanno rendimenti CALANTI alle basse e medio-basse andature a causa d'incombustione per carenza d'ossigeno.

Se rispetto ai dati di carica legname indicati dalla casa madre noi eccediamo nel carico, i caminetti e le stufe tradizionali tendono NUOVAMENTE a rendimenti bassi ed INCOMBUSTIONE A TUTTE LE ANDATURE!

 

Alle andature elevate e con cariche moderate di legna presentano ottimi rendimenti termici solamente in sede di certificazione perchè nelle nostre case gli impianti fumari non hanno mai le caratteristiche d'un impianto di certificazione ed i fumi escono a temperature pazzescamente più elevate.

Nelle nostre case non abbiamo mai i 12 pascal di tiraggio delle sedi di certificazione, possiamo anche superare i 30 pascal con rendimenti termici ben inferiori rispetto a quelli misurati in laboratorio.

 

Gli apparati speciali portano ad affrontare un costo d'acquisto leggermente maggiore ma danno certezza assoluta di prestazioni eccezionali con bassissimi consumi di legna!

 

 

Per informazioni aggiuntive, consulta bene la sezione: rendimento CALDAIE a CONDENSAZIONE

 

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

 

importatore esclusivo

CENTRO RISCALDAMENTO NATURALE di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a  info@stufefocolari.com

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano