da 64 a 80% di risparmio sul riscaldamento con stufe e caminetti a legna e pellet New Page 12

 

con stufe e caminetti a legna risparmiate ogni anno il 64% rispetto al metano, 80% sul GPL

(100% se possedete legname vostro)

il pellet fornisce solo metà risparmio rispetto alla legna:

se spendete 2000 euro di gas metano spenderete circa 800 euro con la legna (1200 euro di risparmio/guadagno)

oppure spenderete circa 1550 euro usando il pellet (450 euro di risparmio)... approfondiamo il discorso...

 

 

SINTESI:

 

RISPARMIO DEL 100% SE DISPONETE DI LEGNAME DI VOSTRA PROPRIETA'.

RISPARMIO OTTIMALE DEL 64% CON LEGNA SECCA rispetto al metano, 80% sul gas GPL.

DIFFERENZA INCALCOLABILE TRA COSTI D'UNA STUFA A LEGNA ED IN ALTERNATIVA, ISOLAMENTI TERMICI, SOLARE, CALDAIE A CONDENSAZIONE O POMPA DI CALORE.

AZZERAMENTO COSTI CORRENTE ELETTRICA PER POMPE E VENTOLE (300  EURO ALL'ANNO) .

RISPARMIO SUL COSTO DEL GAS PER CUCINARE.

PANNI ASCIUTTI SENZA SPESE D'ELETTRICITA' PER L'ASCIUGATRICE.

DETRAZIONE  50% SU ACQUISTO STUFA E LAVORI CANNA FUMARIA

CONTO TERMICO

NOTA SULLE STUFE A PELLET

 

COMPARAZIONE anno 2020-2021

prezzo del pellet ai massimi storici, basso costo della legna sempre stabile.

COMPARAZIONE anno 2018

ancora instabilità ed aumento del prezzo del pellet di circa 40 centesimi.

COMPARAZIONE anno 2015-2016

ancora instabilità ed aumento del prezzo del pellet rispetto al prezzo del legname, alta variabilità del prezzo del pellet in base alla stagione d'acquisto.

anno 2014-2015

ancora in aumento il prezzo del pellet rispetto al prezzo del legname a causa dell'aumento dell'IVA sul pellet, imposto dagli ultimi decreti governativi.

 


 

comparazione costi riscaldamento

 

 

 

 

Il trend degli aumenti dei prezzi delle biomasse, evidenzia la tendenza ad un FORTE incremento del pellet rispetto al legname.

 


 

NB: i migliori prodotti hanno capacità elevatissime d'estrazione del calore dal legname e permettono bassissimi consumi (fino al 94% di rendimento termico)

I prodotti di tipologia tradizionale soffrono invece elevati consumi causati da combustione incompleta a basse andature e perdite di rendimento ad andature elevate.

 

VIDEO: intervista a Paolo Boaglio-ANFUS  (clicca e scarica il breve video!)

 

 

"Eco del Fuoco" del Febbraio 2010, organo di stampa ufficiale dell'ANFUS (associazione nazionale fumisti spazzacamini)

scrive espressamente che "CON IL FUNZIONAMENTO A LEGNA SI RISPARMIA IL 60% SUL COSTO DEL COMBUSTIBILE E SI GODE DEL FASCINO DEL FUOCO..."

 

Il calcolo dell'Anfus è corretto: da un calcolo preciso di confronto dei poteri calorifici e dei rendimenti degli apparati si ottengono in effetti risultati anche superiori al 60% rispetto al metano (ed 80% rispetto al GPL).

 

 

cerchiato in giallo il risparmio percentuale calcolabile matematicamente! (stima ribassata poichè i rendimenti di alcuni apparati sono ancora più elevati del calcolo sopra eseguito)

Cliccare sulla figura per maggiori dettagli, visita la pagina : calcolo risparmio economico.

 

 

Anche cercando di speculare al massimo con l'aquisto di pellet nella stagione più calda e persino scegliendo pellet di scarsa qualità,

il costo della legna rimane fortemente inferiore e molto più vantaggioso!

La scelta di pellet di media e bassa qualità assoggetta inoltre a minori rendimenti, emissioni inquinanti maggiorate e combustione imperfetta.

 


 

Vari aspetti secondari possono procurare miglioramenti di questo dato ma più sovente possono influire negativamente e produrre diminuzioni... occorre conoscere a fondo la materia per poter giudicare e scegliere correttamente il prodotto e la tipologia d'installazione.

 

1) Se la casa è poco coibentata nel soffitto, i risultati termici e livello di risparmio saranno un poco inferiori.  Questo accade perchè il calore tendendo maggiormente a salire in alto, se incontra dell'isolamento si ferma... se invece incontra un soffitto non coibentato si disperde più rapidamente. LA COIBENTAZIONE E' SEMPRE PREZIOSA!

 

2)  Con la convezione naturale o con l'irraggiamento d'una stufa, soprattutto se la casa è poco raccolta, per garantire l'afflusso di calore nelle zone più remote si tenderà ad alimentare il fuoco in maniera perfino eccessiva, procurando aumento nel consumo di legna. In questi casi può aiutare l'uso di convezione forzata o meglio ancora una canalizzazione MA LA MIGLIOR SOLUZIONE STA NELL'INSTALLARE LA STUFA IN UNA POSIZIONE ADEGUATA AFFINCHE' IL CALORE SI DIFFONDA UNIFORMEMENTE IN TUTTA LA CASA.

 

3) L'uso di legna non ben secca è sempre sfavorevole e provoca l'aumento nel consumo di combustibile.

 

4) sapendo di risparmiare moltissimo rispetto all'utilizzo della caldaia a gas, si tende sovente ad aumentare il calore in casa... AUMENTA IL CONFORT TERMICO rispetto a prima ma anche i consumi aumentano leggermnete.

 

5) se si sceglie la stufa od il caminetto non pienamente adatto al riscaldamento efficiente e senza il corretto sistema di diffusione termica i consumi aumenteranno.

 

6) se invece disponete d'una abitazione coibentata e ben studiata di tipologia a "nucleo di calore" che possa esser riscaldata interamente con il solo irraggiamento otterrete una maggiorazione nel risparmio economico... ma è un caso su un milione che possa beneficiare di tal tipologie di casa e di riscaldamento!

 

 

Il risparmio economico è facilmente dimostrabile con pochi calcoli matematici ma ancor più diretta è la prova concreta!

 

Gli incentivi statali ripagano dal 50% al 110% dell'invenstimento per acquisto ed instalazione della stufa o del caminetto.

Con un riscaldamento a legna a convezione naturale beneficiamo del risparmio fino al 60% sul costo annuale di gas metano, 80% sul GPL... se avete legname di vostra proprietà il risparmio è del 100%.         

Provate ad immaginare il confronto tra il costo d'una semplice stufa più la sua messa in opera ed in alternativa quanto possono costare la messa in opera di materiale d'isolamento a cappotto per l'intera abitazione più una caldaia a condensazione o impianti solari ad accumulo o pompe di calore che riescano a farvi risparmiare altrettanto!

 

Si invita ad inserire nel proprio calcolo anche la corrente elettrica risparmiata (assenza consumi per pompe e ventole) è anch'esso un risparmio!

 

 

Costo d'una buona caldaia a gas a condensazione = superiore a 2000 euro + 300 euro elettricità pompa ogni anno  + 100 o 200 euro manutenzione annuale + realizzazione impianto termico idraulico ed elettrico per termosifoni dal costo di oltre 10.000 euro e/o eventuali future riparazioni di vecchi tubi o messa a norma di vecchi impianti o sostituzione di vecchie caldaie con caldaie a condensazione... costi incalcolabili, senza mai neanche lontanamente avvicinarsi ad un risparmio del 60 % sul combustibile.

Costo d'un ottima stufa a legna a partire da 2500euro, manutenzione annuale e pulizia camino ... zero se la pulizia camino la facciamo noi! (occore osservare leggi e normative vigenti in merito!)

Consumi elettrici zero... nessum costo aggiuntivo.

 

Un'altra analisi: provate a pensare quanto vi può costare una coibentazione termica della vostra casa sufficiente a ridurre il vostro consumo di gas del 60% rispetto a ciò che consumate ora... isolamento tetto, isolamento pareti, doppi vetri e finestre a taglio termico... isolamento cassettoni tapparelle, isolamento soffitti....il costo è incalcolabile, da 20.000 o 40.000 euro ma una situazione simile la si può ottenere con la spesa infinitesimale d'una buona stufa più una buona canna fumaria! e minimi interventi al soffitto di casa.

 

Costo combustibile: nella mia esperienza con soffitti ad altezza normale, legname ben secco ed installazione ottimale si può realizzare un risparmio di OLTRE il 60% rispetto al metano. 

Il rendimento della stufa non verrà a calare a causa delle perdite di calore dell'impianto idraulico che (soprattutto se è vecchio e mal coibentato) non sono assolutamente trascurabili. La stufa è posta direttamente in casa, fonte e scambiatore di calore sono una sola cosa e non ci sono "perdite per strada" prima che il calore giunga in casa nei nostri termosifoni.

 

Un abbattimento sul consumo del gas vi verrà a favore, inoltre, se la vostra stufa dotata di piastre di cottura vi permetterà anche di cucinare per i 6 mesi freddi!

Le detrazioni fiscali permettono di rientrare di buona parte del costo d'acquisto ed installazione stufa.

In aggiunta se desiderate acquistare un'asciugatrice elettrica per i panni umidi del bucato, potrete avanzare anche quella spesa, perchè con la stufa, nei mesi freddi riuscirete ad asciugare i vostri panni con grande rapidità ed in tutta economia.

 

 

Infine se consideriamo che attualmente il commercio del legname sembra non contribuire in maniera considerevole alle guerre nel mondo...

questo è di gran lunga il migliore dei lati economici, sia per le spese di guerra, sia per le spese sanitarie e di rimborso ma soprattutto per le vite umane spezzate e la sofferenza evitata!

 

 

Le innovative stufe e caminetti a legna EVOLUTE CATALIZZATE con lunghissima autonomia di fuoco e braci oggi assicurano rendimenti termici eccezionali con consumi di legname bassi e risparmio economico assicurato.

Siccome il rendimento termico dell'apparato incide sui consumi, si consiglia di leggere anche la sezione ad esso dedicato.

STUFE ED INSERTI A LEGNA CON LUNGHISSIMA AUTONOMIA D'ACCENSIONE

STUFE A LEGNA AD ACCENSIONE PERMENENTE 24 ORE SU 24

STUFE SEMPRE ACCESA - CASA SEMPRE CALDA

RISCALDANO FINO a 260mq

 

NOTA SULLE STUFE A PELLET:

 

Abbiamo avuto lo scandalo del pellet radioattivo ed alcune segnalazioni su pellet che contenevano componenti non ecologici.

Dopo una stabilizzazione del suo prezzo, il pellet è nuovamente lievitato in maniera esagerata. Il governo ha poi elevato la tassa IVA sul pellet innalzandone ulteriormente il costo.

Il pellet si sta rivelando assai instabile nel suo valore passando da un anno all'altro da un costo normale ad un costo esagerato. Il suo costo varia anche sensibilmente dalla stagione estiva a quella invernale! Con la variazione continua del suo prezzo non assicura il risparmio economico.

Le stufe a pellet possono assicurare una media dal 20% al 24% di risparmio sul prezzo del metano ma il dato varia di anno in anno.

Potremmo arrivare al 30% di risparmio con l'acquisto ai prezzi minori in assoluto ma spesso si stratta di tipologie di pellet molto scadenti che daranno combustioni pessime fornendo minor calore e sporcando molto la stufa.

Anche il risparmio con le stufe a pellet può migliorare o peggiorare in base a molti fattori ambientali e strutturali dell'abitazione. Il comfort termico fornito degli apparati a pellet è inferiore a quello fornito dai prodotti a legna a causa d'un irraggiamento termico scarso e scadente.

Il rendimento termico indicato dalle case produttrici di stufe a pellet è raggiungibile generalmente al regime medio di riscaldamento. Il rendimento agli altri regimi diminuisce un poco man mano che l'andatura sale... alla massima potenza, può anche ridursi di un 5% ma i costruttori più attenti ed onesti indicano i rendimenti alle 2 potenze minima e massima, si tratta di un doppio dato onesto ed importate.

 

 

IN DEFINITIVA LA LEGNA E' IL COMBUSTIBILE MIGLIORE ED I SISTEMI A TRIPLA COMBUSITONE PROLUGATA SONO I PRODOTTI MIGLIORI !

 

 

vedi anche: CONSUMI DI LEGNA

 

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

 

importatore esclusivo

CENTRO RISCALDAMENTO NATURALE di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a  info@stufefocolari.com

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano