accendere il fuoco nella stufa a legna o caminetto New Page 12

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

ACCENDERE IL FUOCO NELLA STUFA, NEL CAMINETTO,  NELLA CALDAIA A LEGNA


1- accensione caminetto aperto

L'accensione del caminetto aperto è influenzata dal buon tiraggio della canna fumaria e dall'uso di legna ben secca.

 

 

2- accensione della stufa o caminetto chiuso: L'accensione di questa tipologia d'apparato a legna può essere effettuata con due differenti metodologie.

a) l'accensione dal basso: è il metodo classico di accendere la stufa e caminetti, consiste nel mettere sulla griglia di combustione fogli di giornale accartocciati e/o tavolette accendifuoco, sopra si ripongono scaglie di legno e rametti e sopra ancora rametti più grossi e tronchetti di piccola sezione cercando di incrociarli (non utilizzate la segatura poichè soffoca la fiamma).

Si procederà aprendo totalmente l'aria primaria e l'eventuale saracinesca sulla canna fumaria per favorire al massimo il buon tiraggio. Con un cerino od un accendino si darà fuoco in basso al giornale oppure ad un accendifuoco il quale incendierà scaglie e rametti che accenderanno rami e tronchetti... la fiamma, da sotto, accenderà il legname sovrastante.

Per favorire tiraggio ed ossigenazione della camera di combustione si potrà mantenere socchiusa la porta di carico legna o di scarico cenere che andrà sempre ben chiusa appena la fiamma sarà ben avviata. Con una buona fiamma si potrà aggiungere altra legna sempre di taglia medio piccola e così via con legna di sezione sempre maggiore.

accensione rapida stufa legna Canadese

b) l'accensione dall'alto: è un metodo utile a diminuire fumosità ed inquinamento abbreviando le operazioni.

Nota: l'accensione del fuoco dall'alto permette una riduzione delle emissioni inquinanti tra il 50% e l'80%  (Fonte: AIEL).

 

SCHEMA DI MASSIMA da adattare alla vostra camera di combustione:

in sostanza si costruisce una torre di legname con la base in pezzi più grossi e la struttura sovrastante in pezzi medio piccoli, poi la si riempie il centro con rametti, scaglie di legno e 2 o 3 accendifuoco.

 

sotto

sequenza accensione dall'alto con visione legna e fiamme in doppia esposizione di luce:

si accendono le scaglie piccole poste nella parte alta della camera di combustione,

la fiamma iniziale attiva il tiraggio della canna fumaria senza generare eccessi di fumo

accensione dall'alto  accensione dall'alto

 

dopo il fuoco si propaga spontaneamente in basso ed in larghezza con fumosità minima

accensione dall'alto  accensione dall'alto

 

il fuoco incendia infine anche la base dove sono posti i ceppi più grandi

 accensione dall'alto  accensione dall'alto

la propagazione spontanea non necessita di ulteriori manovre umane, non occorre aggiungere legna, al termine dell'operazione i tronchi mediogrossi posti sul fondo si incendieranno spontaneamente.

Dalle fotografie si noti che con questo sistema d'accensione la camera di combustione non è piena di fumo, affinando la tecnica si riuscirà a diminuire moltissimo la fumosità in accensione!

  E' evidente che la fiamma si espande in larghezza e soprattutto, man mano, si propaga verso il basso.

ulteriori informazioni e video utili nella sezione tecnica:

TECNICA ACCENDERE STUFA e CAMINETTO

PROCEDURA DI PREPARAZIONE DELLA CATASTA PER L'ACCENSIONE DALL'ALTO:

1) Si ripone legname di media pezzatura direttamente sopra la griglia di combustione lasciando alcuni centimetri di spazio tra un pezzo e l'altro per favorire il passaggio dell'aria.

2)  sopra a questi si riporranno perpendicolarmente (incrociando i rami del primo strato) 2 rami di taglia medio piccola distanziati circa 15 cm tra loro.

3) sopra ancora si incroceranno altri 2 rami distanziati e paralleli realizzando così una sorta di bassa torre vuota nel centro.

4)  nello spazio centrale libero, verranno riposte scaglie di legno, giornale, rametti. Sopra affogate nelle prime scaglie inseriremo 2 o 3 tavolette accendifuoco. Nelle fotografie avevo aggiunto del giornale intorno alla pira di legna ma non è necessario.

5) si apre il tiraggio al massimo e si incendiano le tavolette accendifuoco che infuocheranno facilmente le scaglie. Il fuoco si propagherà dall'alto verso il basso, dapprima con lentezza, poi più intensamente... infine si propagherà anche ai rametti laterali ed ai rami più grossi sottostanti... nessuna operazione aggiuntiva è necessaria.

 

Con questo metodo si produce meno fumo rispetto al metodo classico, il fuoco si propagherà gradualmente ed accenderemo un buon fuoco senza dover intervenire aggiungendo legna. E' favorevole utilizzare questo sistema anche in caso di scarso tiraggio. Quando la stufa fuma in accensione con questo metodo si dovrebbe attivare meglio il tiraggio in canna fumaria ed avviare molto gradualmente il fuoco riducendo l'uscita di fumo nella stanza, tuttavia, se avete questo problema, è necessario che al più presto procediate alla pulizia della canna fumaria ed eventualmente alla correzione dei difetti che ne riducono il tiraggio!!!

 

3- facilitazioni:

Premettendo che solamente una canna fumaria ben costruita, coibentata e ben pulita, può risolvere tutti i problemi di fumosità e d'avviamento del fuoco, nel caso di difficoltà si può cercare di "aiutare il tiraggio" con le seguenti strategie.

A stufa spenta si può sempre controllare lo stato del tiraggio della stufa mettendo un cerino acceso nell'imbocco della canna fumaria e verificando che la sua fiamma venga "aspirata" dalla stessa... questo non ci indica che essa possa asportare una grande quantità di fumi ma per lo meno ci dice che non è affetta da fenomeni di blocco del tiraggio o di tiraggio inverso!

Accendendo uno o più fogli di giornale all'imbocco delle canna fumaria potremo fornire calore attivando il tiraggio ed iniziando ad intiepidire la canna stessa per aiutarla ad entrare in regime di temperatura.

IMPORTANTE:

a)     usare sempre e solamente legna ben secca e partite con legni piccoli in abbondanza.

b)     il riscaldamento preventivo della canna fumaria e dell'aria in essa contenuta può facilitare l'avvio d'un tiraggio bloccato, a tal fine si può utilizzare del giornale da accendere nella camera di combustione o direttamente nell'imbocco della canna fumaria.

c)     per facilitare l'accensione si può aprire leggermente una finestra vicina, ciò aiuterà la stufa o caminetto nel tirare dalla stanza l'aria a lei necessaria incrementando leggermente il tiraggio... se verificate che ciò aiuta il tiraggio potrebbe essere il caso di rivedere ed aumentare l'obbligatorio foro di ventilazione per il pescaggio dell'aria esterna denominato "presa aria esterna".

d)     se durante l'accensione del fuoco nella stufa o nel caminetto a legna si lascia socchiusa la porta del focolare o la porta inferiore (deposito cenere) si favorisce l'iper ossigenazione della camera di combustione favorendo fiamma vivace e tiraggio impetuoso. La porta non può star aperta a lungo per non giungere a surriscaldare e danneggiare l'apparato.

e)     le tavolette accendifuoco hanno proprietà di durata della fiamma tali da aiutare enormemente l'accensione della stufa evitano falsi avvii dovute all'esaurimento troppo rapido della carta che tende a bruciare in un lampo... più accendifuoco aiuteranno molto l'avviamento di fiamma scongiurando gli spegnimenti prematuri.

f)     utilizzare il metodo di "accensione dall'alto" (sopra descritto) che genera meno fumo da smaltire attraverso la canna fumaria e facilita l'accensione dei tronchi grossi in una sola operazione.

 

L'accensione della stufa è un'operazione che alla lunga può divenire noiosa... per questo noi cosigliamo le stufe ad accensione permanente ove troverete sempre un ricco braciere attivo... l'accensione dalle braci attive è rapida ed immediata e vi farà sempre trovare la casa già calda e confortevole.

IL RIAVVIO FIAMMA SU UN BRACIERE SEMPRE ACCESO E' LA FACILITAZIONE MAGGIORE ALLA RI-ACCENSIONE DEL FUOCO.

Con  il braciere sempre vivo avrete sempre il focolare ben caldo e la canna fumaria già attiva con tiraggio ottimale.

VISITA IL NOSTRO NEGOZIO di STUFE VERAMENTE ADATTE PER LUNGA AUTONOMIA !

4- accensione caldaia FIAMMA INVERSA

 

                           immagine : sistema a fiamma inversa assiale CON FIAMMA SOTTO AL CARICO DEL LEGNAME

 

VIDEO:  ACCENSIONE RAPIDA CALDAIA A FIAMMA INVERSA TEDESCA DI ALTA QUALITA'

VIDEO: RAPIDO RIAVVIO CALDAIA SU BRACI

 

IMMAGINE:

fase d'accensione caldaia a fiamma inversa con tiraggio naturale

la zona vano carico si estende ancora al di sopra del legname visibile in foto

dopo la fase d'accensione, la fiamma inversa partirà dal vano carico legname e scenderà in questa camera di combustione SOTTOSTANTE

 

vedi anche: CALDAIA A LEGNA

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a info@stufefocolari.com


di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

IMPORTATORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano