ZONA REFLUSSO VENTI CANNA FUMARIA per stufe e caminetti New Page 12

 

CANNA FUMARIA E ZONA DI REFLUSSO DEI VENTI

La canna fumaria è l'elemento più importante dell'intero impianto fumario... ne è il motore!

 

ZONA DI REFLUSSO DEI VENTI E DELLE CORRENTI D'ARIA

ALTEZZA COMIGNOLO

REFLUSSO E TURBOLENZE CAUSATI DA ELEMENTI VICINI AL COMIGNOLO

 

ZONA DI REFLUSSO DEI VENTI E DELLE CORRENTI D'ARIA:

Sul tetto si verificano delle turbolenze che possono infastidire, poco o tanto, il delicato equilibrio del tiraggio NATURALE della canna fumaria.

E' stata individuata una zona specifica chiamata "zona di reflusso dei venti" e delle correnti d'aria.

 

Questa zona di reflusso è compresa a partire dalla superficie del tetto, in una fascia d'altezza,variabile in base all'angolo di pendenza delle falde del tetto.

 

Se il comignolo è stato erroneamente posto in zona di reflusso, quando il vento tira nella direzione sfavorevole crea certamente sensibili  problemi di tiraggio!

 

 

Qui sotto la schematizzazione di massima delle zone di reflusso dei venti:

zona di reflusso aderente alla falda del tetto e comignoli in zona di reflusso e fuori zona di reflusso

Se l'uscita fumi del comignolo è FUORI dalla zona di reflusso il tiraggio naturale della canna fumaria non subisce effetti negativi.

 

 

ZONA DI REFLUSSO DEI VENTI: schemi d'altezza comignolo in base alla pendenza del tetto.

per uscire dalla zona di reflusso dei venti occorre innalzare il comignolo al di sopra dell'area di turbolenza dei venti.

Qui sotto troverete le indicazioni di massima fornite dalle normative.

SOLO UN FUMISTA SPECIALIZZATO E' ABILITATO ALLA SOLUZIONE DEI PROBLEMI REALTIVI AGLI IMPIANTI FUMARI: RIVOLGETEVI SEMPRE AD UN FUMISTA SPECIALIZZATO CHE POSSA RISOLVERE IL VOSTRO PROBLEMA OSSERVANDO TUTTE LE NORMATIVE VIGENTI!

 

TETTO PIANO:

 

 

 

INCLINAZIONE TETTO 15°:

 

 

INCLINAZIONE TETTO 30°

 

 

INCLINAZIONE TETTO 45°

 

 

 

INCLINAZIONE TETTO 60°

 

 

REFLUSSO E TURBOLENZE CAUSATI DA ELEMENTI VICINI AL COMIGNOLO:

Reflussi e turbolenze d'altra origine possono essere generati anche da ostacoli come alberi ed edifici vicini, elementi strutturali dell'abitazione che si elevano nelle vicinanze del comignolo od elementi architettonici di particolare forma.

Anche l'antenna parabolica che spesso viene montata sul comignolo della canna fumaria, potrebbe generare turbolenze fastidiose.

 

 

Tutto l'impianto fumario concorre alla corretta evacuazione dei fumi di conseguenza occorre che TUTTI gli aspetti a lui riferiti vengano curati secondo le normative!

 

 

E' interessante osservare che oggi esistono sistemi di combustione della legna che sono in grado di BRUCIARE IL FUMO GENERANDO CALORE AGGIUNTIVO...

MENO FUMO + CALORE

 


vedi anche:   COMIGNOLO antivento

 

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

 

importatore esclusivo

CENTRO RISCALDAMENTO NATURALE di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a  info@stufefocolari.com

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano