l'impegno con le stufe e caminetti a legna e pellet, uso, manutenzione e pulizia New Page 12

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

L'impegno che comporta il riscaldamento con stufe e caminetti a legna

...manutenzione e pulizia...

Se abbiamo un bosco di nostra proprietà occorre esser ben attrezzati ed il lavoro da fare è impegnativo, dal taglio al trasporto allo stoccaggio... i macchinari forniscono l'energia ma tempo ed impegno sono i nostri. Il vantaggio nell'utilizzo di legname proprio è che IL COSTO DEL RISCALDAMENTO ANNUALE SARA' QUASI GRATUITO... riscaldarsi gratuitamente è certo un privilegio non da tutti!

Se compriamo il legname da riscaldamento probabilmente lo acquistiamo già tagliato dal fornitore in pezzatura utile alla nostra stufa ed al nostro caminetto. In questo caso l'unico lavoro impegnativo è quello di accatastate il legname acquistato (circa 3 ore di tempo) al riparo dalle intemperie. Con l'acquisto del legname tagliato potremo ancora contare su unrisparmio economico di circa il 60% rispetto all'equivalente gas metano... cifra che può ben valere un po di tempo per l'accatastamento della legna!

Se vogliamo evitarci queste fatiche esistono fornitori di legname che per qualche euro in più al quintale ci venderanno bancali di legname "impacchettato" su pallet che verrà sistemato dall'operatore dove indicheremo noi stessi con l'ausilio di un loro muletto. A fronte di un acquisto un poco più costoso avremo la comodità d'un servizio completo.

 

Durante la stagione invernale man mano si deve portare in casa la legna che ci serve per la giornata... queste quantità essendo moderate rappresentano un fastidio od una fatica.

Se si scelgono le stufe a lunga autonomia il fuoco viene riavviato dalle braci sempre attive e non c'è alcun bisogno di riaccenderlo a stufa fredda... questa grande comodità eviterà tutto il lavoro imposto dalle vecchie tipologie di stufa. Tutto sarà più facile e piacevole con le stufe ed i caminetti ad accensione prolungata!

Nella giornata verrà ogni tanto aggiunta legna sulle braci ardenti ma questa è la cosa più piacevole e soddisfacente... vedere la fiamma riavviarsi ed ardere imperiosa è una grande soddisfazione... le stufe a lunga autonomia oltretutto possono prevedere 1 sola carica al giorno o persino 1 carica ogni 30 ore.

La pulizia delle stufe tradizionali consisterà nello svuotare la cenere al massimo ogni 2 giorni ma oggi esistono anche stufe che necessitano dello svuotamento solamente 1 volta al mese!


Occorrerà un minimo d'attenzione nell'esecuzione delle operazioni di carico legna e svuotamento cenere, se non si è accorti,  un po' di cenere o briciole di legname possono sporcare il pavimento... consultate anche la sezione sulla sicurezza!

Almeno una volta all'anno (ben di più se il camino non è ben fatto o si utilizza legname resinoso) si dovrà ispezionare e pulire la canna fumaria. Gli apparati migliori possono prevedere la pulizia della canna fumaria ogni 2 o 3 anni ma è prudentemente indicata come minimo 1 ispezione e pulizia annuale al fine di asportare la fuliggine che se accumulata in grandi quantità può divenire fonte potenziale di pericolo.

 

Le stufe tradizionali possono prevedere anche più d'una pulizia annuale mentre le stufe evolute che hanno ottime combustioni possono anche prevedere una sola pulizia annuale od ogni 2 o tre anni. Gli apparti evoluti bruciano meglio, consumano meno legna, fanno meno fumo e necessitano di minor manutenzione.

Una volta all'anno sarà bene effettuare la pulizia approfondita e l'ispezione di tutti i componenti della stufa.

La manutenzione sarà minima e riguarderà una pulizia generale con un controllo generico, la valutazione dello stato dei refrattari, delle guarnizioni  e della regolazione delle chiusure delle porte.


In alcuni apparati vi sono meccanismi soggetti al calore che meritano di venire lubrificati PER OPERARE SENZA ATTRITI E RUMORE, se l'instalazione è fatta con buon criterio l'operazione è semplicissima al punto che può richiedere 5 secondi di tempo. Il lubrificante che si utilizza più frequentemente è GRASSO PER ALTE TEMPERATURE ALLA GRAFITE ma spesso sI trova più facilmente il GRASSO PER ALTE TEMPERATURE AL BISOLFURO DI MOLIBDENO.

 

Gli apparati a Pellet richiedono una frequenza molto elevata di pulizia degli scambiatori. Una volta a settimana è richiesta la pulizia e se non viene fatta si rischia il loro intasamento e soprattutto una riduzione dei rendimenti termici con aumento dei consumi.

 

Vedia anche LEGNA da ardere

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a info@stufefocolari.com


di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

IMPORTATORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano