il calore convettivo di stufe e caminetti serve per riscaldar la casa intera New Page 12

Le PAGINE TECNICHE spiegano come realizzare il sistema di RISCALDAMENTO NATURALE in casa vostra:

1- La legna è il combustibile naturale più economico.

2- Stufe speciali che restano accese 30 ore con una sola carica di legna scaldano case intere.

4- La stufa a lunga autonomia porta l'ESTATE in casa vostra riscaldandola con principi fisici naturali.

DINAMICA TERMICA ed ECONOMIA:

sintesi:

ECONOMIA DEL CALORE

coibentazione

 

tende

 

palchetti

 

arredamento

 

irraggiamento

 

casa a nucleo di calore

 

umidità

 

approfondimenti:

ECONOMIA del CALORE:

ridurre il fabbisogno termico sfruttando le leggi naturali e le dinamiche naturali di diffusione termica tenendo conto della percezione umana del calore.

 

In una stanza dove vi è una parete calda od una stufa radiante, si ha differente sensazione termica in base alla distanza da essa ed alla vicinanza di corpi freddi.

Il fattore X d'emissione termica che permette il benessere umano è la media di radiazione + temperatura dell'aria in ogni punto della stanza... la stanza avrà sempre luoghi caldi e luoghi freddi, correnti d'aria fredda discendente e correnti ascendenti d'aria calda, zone più irraggiate e zone meno... ogni centimetro della stanza differisce in temperatura da ogni altro centimetro della stessa e rende più complicato realizzare il comfort uniforme.

Per rendere migliore la vivibilità e l'economia di riscaldamento sarebbe sempre saggio disporre l'arredamento tenendo conto di zone calde e fredde della casa. Con un buon lavoro in tal senso si potranno ottenere risparmi economici in combustibile.

Il riscaldamento radiante a parete quello a battiscopa e quello a pavimento, tendono ad uniformare di più le temperature in tutta la stanza rendendola integralmente confortevole. 

In inverno, per diminuire la necessità di kw a parità di benessere termico percepito potremo intervenire positivamente con la coibentazione che oltre a ridurre le perdite termiche limitando le dispersioni dell'abitazione, aumenta la temperatura superficiale dei muri che irradieranno verso di noi una maggiore quantità d'energia utile al mantenimento del nostro calore. Un palchetto in legno sul pavimento gioverebbe nello stesso senso. Doppi vetri e doppie finestre agiscono nella stessa direzione. Anche tende più spesse aiutano ad allontanare la sensazione di freddo che proviene dalle finestre.

Fonte PEXATHERM Italia: Influenza della temperatura dei muri in un ambiente con temperatura dell'aria di 22°C - percezione termica umana.

 

Lo scambio termico tra corpo ed ambiente è costantemente attivo e può dare un bilancio equilibrato, oppure un bilancio positivo o negativo.

Se siamo in una stanza con temperatura dell'aria di 21 gradi saremo a nostro agio solo se i muri e finestre non saranno troppo gelidi, altrimenti le perdite termiche del nostro corpo aumenteranno, soprattutto avvicinandoci ai corpi freddi dove la "convezione negativa" ci spedirà addosso l'aria fredda. Oltre all'aria fredda il nostro irraggiamento verso il muro freddo non sarà  ripagato dal suo irraggiamento verso di noi e ciò causerà maggiori perdite termiche del nostro corpo.

realizzare arredamenti che tengano conto dei punti freddi dell'abitazione può rendere più confortevole l'abitazione.

 

Se saremo accorti nell'individuare le zone più calde e quelle più fredde delle varie stanze, potremo organizzare l'arredamento in maniera da mettere mobili nelle zone troppo fredde e ridurre un poco il fabbisogno termico "abitando" le zone termicamente più confortevoli... attenzione però al tasso d'umidità, se sarà elevato, dietro i mobili accostati alle pareti perimetrali fredde si potrà formare condensa!

L'economicità della stufa sta nel combustibile che costa poco... si risparmia in denaro, non tanto in KW di fabbisogno.

Il risparmio economico è elevato grazie al costo contenuto della legna. In più non vi è consumo elettrico per le pompe, le stufe tendono a scarsa guastabilità e manutenzione... i vantaggi sono innumerevoli.

ACCENSIONE PROLUNGATA FINO A 30 ORE

DIFFUSIONE TERMICA MAGGIORATA

stufa a legna per riscaldamento continuo dell'intera abitazione


Una stufa per stanza tenderebbe a procurare maggiore economicità in KW piuttosto che una sola stufa per tutta la casa. Molte stufe diffonderebbero maggiormente il calore e richiederebbero temperature superficiali della stufa inferiori. In più si potrebbe usare il solo irraggiamento ed evitare la convezione. Si è detto che la condizione termica ideale X è la media di temperatura aria (conduzione) ed irraggiamento ambientale. Se la temperatura dell'aria è bassa ma l'irraggiamento è buono e diffuso sembra esserci un risparmio economico superiore rispetto alla condizione opposta. Riscaldare una casa con soffitti alti 3 metri o più ancora con aria calda genera il problema della stratificazione del calore. La stratificazione ci obbliga ad emettere calore in eccesso perchè per avere i 21 gradi all'altezza del nostro stomaco avremo magari 26 gradi al soffitto... i 26 gradi al soffitto sono uno spreco e non servono a nessuno, in più avremo i piedi a soli 18 gradi. La media della temperatura sarà di 22 gradi ma la distribuzione non sarà uniforme. Se si riscalda prevalentemente con aria calda sarà molto vantaggioso coibentare il soffitto il quale avendo al suo contatto 26°Ce non 21°C tenderà a disperdere più calore. Il calore sale quindi la coibentazione in alto può far risparmiare molti KW. L'irraggiamento tende a garantire un comfort superiore in virtù probabilmente della sua capacità di penetrare i primi strati della pelle e con esso è richiesta una temperatura generale d'un paio di gradi in meno con conseguente risparmio in kw.

Nel caso di convezione un destratificatore potrebbe ristabilire il mescolamento delle temperature, riducendo il fabbisogno di KW... i FATTORI DA ANALIZZARE SONO MOLTI... chiedi la nostra consulenza se hai bisogno di noi.

La linea verde illustra una temperatura uniforme ideale realizzabile più facilmente con l'irraggiamento o con l'ìaiuto di un destratificatore d'aria.

La linea arancione/rossa, indica la stratificazione dell'aria calda alle varie altezze realizzata con la convezione... un destratificatore è in grado di migliorare tantissimo la curva avvicinandola a quella ideale!!!

 

L'irraggiamento non genera stratificazione ed è quindi possibile che richieda minore quantità di kw per riscaldare lo stesso ambiente soprattutto se ci sono soffitti alti.

Per precisione anche la stufa solo irraggiante soprattutto se in metallo riscalda per conduzione l'aria con cui viene a contatto e genera quindi un fenomeno di convezione. Il fenomeno è tuttavia piuttosto limitato soprattutto se la superficie della stufa non è caldissima come nelle stufe in pietra o ceramica.

Per riscaldare una casa tramite stufe a legna sarebbe meno energivoro l'utilizzo di piccole stufe solo radianti in ogni stanza (magari in pietra con accumulo del calore) ma ciò ci costringerebbe a molto lavoro d'accensioni e pulizia e dovremmo provvedere a numerose canne fumarie.

Con un solo apparato sarà tendenzialmente migliore una stufa in parte radiante ed in parte convettiva da porre in zona centrale alla casa, nella zona giorno od in un disimpegno dove si provvederà ad aperture molto ampie ed alte in maniera che l'apparato possa irradiare la maggior parte della zona giorno, per la zona notte basterà tranquillamente la sola convezione.

Se si potrà optare per la costruzione d'una casa intorno al focolare si otterrà già in partenza un edificio in grado d'essere riscaldato interamente per solo irraggiamento con un solo apparato e si potrà avere il massimo risparmio nel fabbisogno di KW ed utilizzare il legname che ha un costo basso rispetto ad altri combustibili ottenendo il massimo risparmio realizzabile... una condizione ideale probabilmente irraggiungibile con ogni altro sistema di riscalamento.

 

Un fattore che ci permette di rendere maggiormente confortevole l'abitazione è il grado d'umidità. La stufa tende a diminuire l'eccesso d'umidità invernale ma se ci si ostina a stendere i panni abitualmente in casa e cucinare senza uso di cappe d'aerazione l'umidità prodotta potrebbe innalzarsi e rendere meno piacevole il soggiorno in casa e meno efficace il riscaldamento.

L'umidità eccessiva tende ad "aggrapparsi" alle parti più fredde che incontra. Si aggrapperà ai muri gelidi, agli angoli che fanno ponte termico con l'esterno, ai vetri singoli e maniglie delle porte.

Quando l'umidità si aggrappa e forma piccolissime goccioline passando dallo stato gassoso di vapore allo stato liquido rende i materiali più conduttivi. In questa condizione i muri tenderanno a divenire ancora più freddi con le conseguenze già citate... in più potrebbero nascere le muffe superficiali!

L'umidità andrebbe sempre tenuta sotto controllo e la stufa a legna è ottima per sua natura in questo compito.


L'abbigliamento stesso influirà molto sul comfort percepito e potrà permettere risparmio economico, non ci addentriamo in questo settore.


Lo stato d'animo della persona incide anch'esso notevolmente sul calore del corpo umano.

Mente e cuore sono gli strumenti più preziosi in tutti i campi incluso quello del riscaldamento.

Uno stato d'animo sereno tende a rendere la circolazione sanguigna più regolare e migliora tutte le funzioni corporee. Uno stato d'animo sereno permette la normale dilatazione dei capillari garantendo la giusta irrorazione della pelle. Rende regolare il metabolismo e l'ossigenazione delle cellule... La tensione nervosa può avere differenti effetti ma in generale produce minore irrorazione sanguigna delle periferie con raffreddamento periferico e necessità d'apporto termico esterno... una buona musica, un buon film, una buona religione, una buona pratica per la mente, sono strumenti utili anche all'economia termica domestica!

per consulenze gratuite sul vostro caso visitate questa pagina ed inviateci le informazioni richieste

BUON RISCALDAMENTO A TUTTI!

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a info@stufefocolari.com


di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

IMPORTATORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano