casa classe energetica A / B : pompa di calore o biomassa? New Page 12

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

CASA IN CLASSE ENERGETICA A e B: la POMPA di CALORE CONVIENE?

 Attenzione: a differenza da cosa si può pensare anche in case BEN COIBENTATE MA AMPIE, il costo energetico del riscaldamento è ELEVATO !

-UNA CASA SUPERCOIBENTATA NON ANNULLA I FABBISOGNI TERMICI INVERNALI,

-SE E' PICCOLA E' SEMPLICE DA SCALDARE MA SE E' AMPIA OCCORRE FARE ATTENZIONE ALLA SCELTA DELLA TIPOLOGIA DI RISCALDAMENTO... ATRIMENTI INUTILE COIBENTARE LE ABITAZIONI PER POI AVERE SEMPRE COSTI ELEVATI DI RISCALDAMENTO!

-INVESTIRE NELLA COIBENTAZIONE DELLA CASA E' SAGGIO MA SE LA CASA E' AMPIA E NON SI OPERA CON UN SISTEMA DI RISCALDAMENTO ECONOMICO SI INCORRE IN SPESA DI RISCALDAMENTO INASPETTATAMENTE ELEVATA!

 

La POMPA di CALORE è oggi uno tra i sistemi più spesso proposti ma è veramente conviente?

NO!

QUESTO E' IL RISULTATO DELLO STUDIO TECNICO:

LEGNA Sempre molto conveniente (vincola ad un'operazione di ricarica al giorno)
POMPA di CALORE Sempre SCONVENIENTE, in tutti i casi costa sempre più della legna.

La tecnologia della pompa di calore non è mai in grado di parificare la convenienza del basso costo della legna da ardere,

SOLO se avete una casa piccola e ben coibentata potete optare per la POMPA DI CALORE senza incorrere in costi troppo elevati...

ANCHE in case piccole con la legna i costi sono mlto inferiori rispetto alla pompa di calore ma è chiaro che se la casa è ampia la cifra economica risparmiata sarà notevolmente maggiore.

Dicono che la legna è scomoda da usare? Ma se abbiamo stufe e caminetti che scaldano case intere con una carica al giorno?

Comodissimo ed altamente poetico e soddisfacente!

CASA IN CLASSE ENERGETICA A e B: la POMPA di CALORE CONVIENE?

I COSTI

Come si evidenzia in tabella, la LEGNA è il combustibile più economico, COSTA MENO DELLA META' DEL PELLET e BEN  6.7 VOLTE IN MENO DELL'ELETTRICITA'.

prezzo kw/h elettrico (pompa di calore) 0,20 euro kw/h
prezzo kw/h legna 0,03 euro kw/h
prezzo kw/h pellet 0,07 euro kw/h

Il vantaggio legato all'uso della pompa di calore che consuma corrente elettrica MOLTO COSTOSA è al 100% dipendente dal suo COP (COEFFICIENTE PRESTAZIONE STAGIONALE) il quale è INSTABILE ed altamente influenzato dalla TEMPERATURA AMBIENTALE ESTERNA!

Ma il COP INVERNALE delle pompe di calore giustifica la convenienza oppure no?

NO!

ECCO ORA IL GRAFICO INDICANTE il COP della POMPA di CALORE:

il COP di riferimento è riferito a +7°C... che non è certo la minima temperatura esterna invernale!

 

il grafico sotto proposto si limita alla temperatura esterna massima di +20°C, minima di -20°C e CONTEMPLA la PERDITA DI SBRINAMENTO INVERNALE

per ottenere 40°C sulla mandata verso impianto di riscaldamento pavimenti radianti occorre vedere la curva VERDE sul grafico...

ipotizzando +2°C come temperatura MEDIA invernale abbiamo un valore medio di COP = 3  con un COSTO ENERGETICO di 0,07 euro al kw/h che è lo stesso costo del pellet!

MA LA LEGNA COSTA MOLTO MENO! Ed è altrettanto comoda da usare nei nuovi apprati a fuoco prolungato!

Va osservato inoltre: nei periodi molto freddi il costo energetico della pompa di calore INCREMENTA poichè il COP diminuisce, a -15°C ad esempio si giunge a 0,13 euro al kw/h che è circa il doppio del costo del pellet! Se le temperature esterne sono rigide è sempre bene evitare la pompa di calore e rivolgersi alla biomassa!

Con temperature esterne di +10°C abbiamo un COP=4 con costo energetico di 0,05 euro al kw/h... costo inferiore al pellet ma sempre superiore alla legna... ma i costi elevati non sono mai quando fa poco freddo... i costi importanti sono quando il freddo è intenso ed aumentano i consumi... più fa freddo più serve calore e il COP diminuisce...

non conviene mai creare calore con un sistema che entra in crisi proprio quando serve più calore!

Indicativamente la Pompa di calore può dare dei costi finali annuali anche superiori all'uso del PELLET... ma di certo MOLTO SUPERIORI all'uso della legna!

Vediamo qui sotto esempi di costi energetici di differenti combustibili:

 

SE USASSIMO LA LEGNA AVREMMO UN COSTO QUASI 60% INFERIORE AL COSTO ELETTRICO ANNUALE PER LA POMPA DI CALORE.

LA LEGNA CONVIENE SEMPRE AMPIAMENTE RISPETTO ALLA POMPA DI CALORE! ( ED ANCHE RISPETTO AL PELLET CHIARAMENTE)

PER RAGGIUNGERE LA STESSA CONVENIENZA DELLA LEGNA CON LA POMPA DI CALORE OCCORRONO TEMPERATURE ESTERNE DI CIRCA +35°C CHE NON SONO CERTO TEMPERATURE INVERNALI OVE NECESSITI ACCENDERE IL RISCALDAMENTO!

E' QUINDI CHIARO CHE LA CONVENIENZA FORNITA DALL'USO DELLA LEGNA NON E' POSSIBILE OTTENERLA CON LA POMPA DI CALORE!

 

PRIMA DELL'AVVENTO DELLE COIBENTAZIONI A CAPPOTTO SI OPERAVA CON CALDAIE A LEGNA PER SCALDARE LE ABITAZIONI ENERGIVORE A BASSO COSTO... OGGI SI OPERA CON I CAPPOTTI MA DOPO SI UTILIZZANO SISTEMI DI RISCALDAMENTO CHE NON SONO ECONOMICI... PERCHE'? UN MISTERO!

PRATICAMENTE CON I SISTEMI A POMPA DI CALORE IN CASE BEN COIBENTATE SI PUO' GIUNGERE A SPENDERE TANTO QUANTO SI SPENDEVA CON LA LEGNA UN TEMPO IN CASE POCO COIBENTATE... DOVE E' IL PASSO AVANTI? A LIVELLO ECONOMICO NON C'E' NESSUN PASSO AVANTI.

I LIMITI DELLA LEGNA:

LA LEGNA HA SOLO DEI LIMITI PRATICI PERCHE' ALMENO UNA VOLTA AL GIORNO (MEGLIO 2 VOLTE) OCCORRE ALIMENTARE LA FIAMMA.

Ma oltre al vantaggio economico, la fiamma è molto piacevole e poetica... ed il calore delle stufe e dei caminetti è immensamente migliore!

Oggi esistono Stufe e caminetti a legna MOLTO PRATICI che restano accesi continuativamente fino a 40 ore con una sola carica, la comodità di questi apparati supera persino la comodità degli apparati a pellet.

Chi li utilizza trova molto giovamento, anche chi precedentemente usava la POMPA DI CALORE ed è transitato al sistema di CAMINETTO A LEGNA AD ACCENSIONE PROLUNGATA si dichiara MOLTO PIU' SODDISFATTO SIA PER IL CALORE IN CASA, SIA PER I COSTI DIMINUITI ED ANCHE PER IL PIACERE DI GODER LA FIAMMA.

A titolo d'esempio si può vedere la prima parte del prossimo video che ne da evidenza in casa CLASSE B mentre nella continuazione si vedrà un caso analogo ma in casa classe G

 

VIDEO (consigliato uso di cuffiette per miglior percezione audio):

il video/audio descrive le esperienze di persone che hanno utilizzato la pompa di calore

e successivamente hanno dovuto ricercare sistemi più efficaci e meno costosi.

LA LEGNA E' IN TUTTI I CASI PIU' CONVENIENTE RISPETTO ALLA POMPA DI CALORE ARIA/ACQUA PER IL RISCALDAMENTO DELLA CASA!

DI CONSEGUENZA QUANDO E' RAGIONEVOLE ED ECONOMICO UTILIZZARE LA POMPA DI CALORE PER IL RISCALDAMENTO DOMESTICO?

LA RISPOSTA E': RISPETTO ALLA LEGNA MAI!

...O MEGLIO... E' ACCETTABILE SOLO SE NON SI HA IL TEMPO O LA VOGLIA DI METTERE 1 VOLTA o 2 AL GIORNO LA LEGNA NEL FOCOLARE!

E' in tal caso ragionevole usare la pompa di calore ANCHE SE PIU' COSTOSA ma solo se:

  1. si è disposti a costi maggiori rispetto all'uso della legna

  2. la casa è estremamente BEN COIBENTATA per non eccedere nei costi di riscaldamento e nelle potenze utili

  3. l'abitazione non è molto ampia

  4. la zona climatica è TEMPERATA senza mai inverni rigidi

  5. si dispone d'un sistema alternativo da usare nei periodi più freddi per evitare i costi esorbitanti e per non star al freddo

  6. si è certi al 100% di poter evitare black out nella fornitura elettrica

IL FOTOVOLTAICO PROPOSTO CON LA POMPA di CALORE RISOLVE RENDE PIU' CONVENIENTE LA POMPA DI CALORE?

PURTROPPO NO!

per rendere più attrattivo e conveniente l'uso della pompa di calore viene proposto in abbinamento l'impianto fotovoltaico (magari con finanziamento ed accumulo elettrico) ma occorre sapere che:

  1. l'investimento iniziale diviene a tal punto molto elevato

  2. la produzione elettrica invernale dei pannelli fotovoltaici è quasi ZERO, quando noi avremo la massima necessità di corrente per la pompa di calore purtroppo dovremo inesorabilmente acquistarla TUTTA e non potremo contare su nessun aiuto dai nostri pannelli, il costo d'acquisto della corrente elettrica sarà elevato mentre il contributo del nostro sistema fotovoltaico sarà pressochè NULLO quindi il fotovoltatico non serve a compensare i consumi elettrici della pompa di calore

  3. L'eventuale accumulo invernale è modestissimo, QUASI NULLO

  4. avremo invece abbondante produzione elettrica estiva che potrà servire a buona ragione solo per le esigenze di RAFFRESCAMENTO ESTIVO mentre la rivendita della produzione elettrica estiva in ecceso ci frutterà veramente una quota molto inferiore rispetto al costo d'acquisto energetico INVERNALE della corrente per la POMPA DI CALORE... naturalmente in estate vendiamo energia a basso costo e la ricompriamo a costo elevato in inverno... I GESTORI DEVONO AVERE UN GUADAGNO!

Il fotovoltaico non è la risposta esaustiva in supporto alla pompa di calore ma solo in supporto ai consumi ESTIVI...

servirà in supporto ai costi di raffrescamento estivo ma non avrà utilità per il riscaldamento invernale.

 

ATTENZIONE: E' INUTILE CERCARE DI SFRUTTARE IL SOLE QUANDO ESSO è ASSENTE o SCARSO (IN INVERNO)

LA LEGNA E' SOLE CONDENSATO, CHE E' DISPONIBILE IN INVERNO SOTTO FORMA DI "SOLE" BRUCIANDO NEL NOSTRO FOCOLARE!

ora analizziamo un ultimo aspetto... in passato un limite della legna fu quello della scarsa comodità, ma oggi esistono sistemi a legna comodi quanto la pompa di calore? QUAL'E' IL SISTEMA A BIOMASSA/LEGNA PIU' COMODO DA UTILIZZARE?

chiaramente se la legna è il sistema più economico vale la pena di conoscere i nuovi apparati utili per scaldare tutta la casa con la comodità anche superiore al pellet:

-il sistema più efficiente e pulito in assoluto è l'impianto CALDAIA A LEGNA A FIAMMA ASSIALE d'altissimo livello tecnico dotato di grossi puffer d'accumulo collegato ad impianti molto ben curati e pavimenti radianti perfettamente realizzati... la qualità ripaga sempre bene!

-il sistema molto efficace più amato e maggiormente economico è invece il caminetto oppure la stufa a legna ad accensione permanente 24 ore su 24... apparati che restano accesi anche 30 ore con una sola carica di legna!

il principio è STUFA SEMPRE ACCESA: CASA SEMPRE CALDA!

 Questo sistema può riscaldare una casa intera con una sola alimentazione quotidiana ed ha costi inferiori rispetto a tutti i concorrenti (operare 2 cariche quotidiane è comunque consigliabile).

VISITA IL NOSTRO NEGOZIO di STUFE VERAMENTE ADATTE PER LUNGA AUTONOMIA !

 

VEDIAMO 2 CASI REALI DI PERSONE CHE HANNO UTILIZZATO NELLA LORO ABITAZIONE SIA LA POMPA DI CALORE CHE IL CAMINETTO AD ACCENSIONE PERMANENTE:

Queste sono le esperieze complete già viste in parte nel video proposto ad inizio pagina:

Casa DOPPIA ma ben coibentata:

https://www.youtube.com/watch?time_continue=34&v=axcO5_qYa1I

Quest'altro caso è in zona più fredda e con abitazione totalmente NON COIBENTATA addirittura con vetri songoli alle finestre, veniva riscaldato con caldaia a gas Metano ma i signori restavano al freddo pur con costi di riscaldamento elevatissimi, l'anno seguente hanno provveduto a installare una pompa di calore per cercare di abbassare i costi di riscaldamento e nel temtativo di star finalmente al caldo... nulla da fare sempre al freddo e con costi esorbitanti... hanno infine risolto piacevolmente con il CAMINETTO EVOLUTO a legna ad accensione permantente:

https://www.youtube.com/watch?v=OhBIJ3dtTvg&t=67s

A questa o link potete vedere i casi specifici:

http://www.stufefocolari.com/vendita_online_stufe_caminetti_legna_pellet/Materia_kubilay_%20forum.htm

 

... ma i risultati sono ottimi anche con le più comuni stufe Canadesi al link potete selezionare i singoli casi e vedere le interviste e descizioni.

 

Nella nostra esperienza consigliamo le nuove tecnologie di POMPA DI CALORE solo quando esse possono lavorare in condizioni di temperature esterne mai gelide, solamente in case molto ben coibentate ed ermetiche e sempre solo quando si è in centri abitati trafficati ed inquinati e si desidera non fornire ulteriori emissioni di particolato in aria... o non si ha voglia di metter legna nel caminetto 1 o 2 volte al giorno.

Chiaramente se dovete costruire una casa nuova è bene operare con coibentazioni generose ed è possibile usare poi la POMPA DI CALORE ma in ogni caso è ugualmente sempre economicamente conveniente usare i sistemi a legna.

Se operate su case di vecchia tecnologia è più saggio eseguire semplici coibentazioni di basso costo ed installare impianti a biomassa, soprattuto a legna con lunga autonomia ecologica:

SISTEMI A LEGNA CON OTTIMA REGOLARITA' NELL'EMISSIONE DEL CALORE

accensione prolungata fino ad oltre 30 ore

 

Per informazioni aggiuntive, consulta bene la sezione: Pompa_calore_o_biomassa troverete oltre a queste informazioni anche i dati sull'Ecologia e maggiori informazioni sulle varie tipologie di pompa di calore.

 

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a info@stufefocolari.com


di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

IMPORTATORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano