IL COMFORT TERMICO NEL RISCALDAMENTO CON STUFE E CAMINETTI New Page 12

Le PAGINE TECNICHE spiegano come realizzare il sistema di RISCALDAMENTO NATURALE in casa vostra:

1- La legna è il combustibile naturale più economico.

2- Stufe speciali che restano accese 30 ore con una sola carica di legna scaldano case intere.

4- La stufa a lunga autonomia porta l'ESTATE in casa vostra riscaldandola con principi fisici naturali.

QUALE E' LA MIGLIOR POSIZIONE PER LA STUFA A LEGNA E PER IL CAMINETTO

Se avete obiettivi sul buon riscaldamento della casa, la posizione d'installazione determina la scelta DELLA TIPOLOGIA DI STUFA o CAMINETTO.

COME E DOVE METTERE LA STUFA - LA POSIZIONE DI STUFE E CAMINETTI:

Come potete ben immaginare sovente è favorevole poter posizionare la stufa in maniera centrale, prediligendo la vicinanza con la ZONA GIORNO... tuttavia molto sovente esistendo canna fumaria in zona non centrale si è costretti ad una installazione DECENTRATA... in questo caso occorre ben valutare se sia indicato disporre di accorgimenti aggiuntivi per la buona diffusione termica verso la periferia lontana.

Il vincolo più importante che determina la posizione dove installare la stufa è la presenza d'una canna fumaria oppure la possibilità di costruirne una nella posizione scelta.

Occorre poi attenzione nel distanziare l'apparato da fonti infiammabili (come stipiti di porte o mobili in legno) in maniera da non correre rischi d'incendio. Per evitare questo pericolo esistono anche pannelli di protezione da frapporre fra la stufa e l'elemento infiammabile. La posizione d'un caminetto sarà legato, come per la stufa, alla canna fumaria, il caminetto necessiterà di maggiore spazio per i rivestimenti ma essi stessi proteggeranno i mobili dal calore del focolare ravvicinando le distanze di sicurezza.

POSIZIONE CENTRALE:

L'immagine sopra, indica una sistemazione semi-centrale della stufa, le  righe rosse più spesse indicano le pareti più vicine alla stufa, che rimarranno più calde per effetto dell'irraggiamento. Altre righe rosse indicano invece l'irraggiamento anteriore e laterale della stufa, che può intiepidire le altre pareti (e quindi anche le stanze che confinano con l'ingresso).

 

 

La posizione ideale della stufa nella maggior parte dei casi è quella centrale rispetto all'appartamento, possibilmente in una stanza ampia. Se la zona è ristretta sarà meglio se si tratta d'una ZONA DI PASSAGGIO e non di sosta. Una posizione centrale assicura una più uniforme distribuzione del calore nelle varie stanze della casa. Più la stufa è irraggiante, più sarà importante la sua centralità. Più la stufa è convettiva, meno sarà importante la sua posizione centrale... una stufa a convezione forzata, avrà quasi le caratteristiche di un impianto termico con caldaia e termosifoni e fornirà una più capillare diffusione termica.

L'immagine sopra, indica una posizione centrale: l'irraggiamento scalderà anche i muri, (come indicato dal colore arancione) aumentando la sensazione di comfort creando una forma di accumulo del calore... attenzione a non esagerare nella vicinanza tra stufa e muri per non danneggiare i muri stessi! La convezione porterà il calore in maniera piuttosto uniforme nelle stanze vicine, il soggiorno sarà comunque sempre più caldo delle altre stanze... la differenza termica varierà in base alla tipologia di stufa installata... con i migliori sistemi la difformità termica sarà di soli 2 gradi.

Se si desidera godere un paio di gradi in più nel soggiorno sarà bene installare in quella zona la stufa, oppure posizionarla in un locale attiguo e prevedere delle feritoie in alto verso il soggiorno permettendo all'aria più calda proveniente dal locale ove è installata la stufa di fluirvi facilmente.
Quando la casa si sviluppa su 2 piani, sarà necessario posizionare la stufa o il caminetto al piano inferiore per sfruttare la naturale tendenza del calore a salire in alto ma se non riuscirà ugualmente a salire attraverso la tromba delle scale, sarà utile fare una piccola apertura in un'altra posizione che colleghi i 2 piani, questo sbloccherà l'effetto tappo.

Solo particolari tipologie di stufe a legna sono in grado di fornire risultati così sorprendenti!

Se l'apparato viene installato al piano superiore, potrà riscaldare il piano inferiore solamente se è canalizzato con convezione forzata con una tubatura dedicata al piano più basso... oppure se è collegato con i termosifoni.

Se la stufa viene utilizzata per cucinare, sarà bene che venga installata in cucina ma le aperture verso le altre stanze dovranno essere più ampie possibile per far defluire il calore prodotto  ed aiutare la diffusione del calore limitando il surriscaldamento del locale cucina che generalmente non è molto ampio.

Se la posizione di stufa o caminetto è molto decentrata e ci sono stanze lontane dall'apparato, potrà essere conveniente optare per la convezione forzata che favorisce la distribuzione dell'aria calda ma riuscirete ad ottenere buoni risultati solo con sistemi ad ACCENSIONE PROLUNGATA, utile potrà risultare la coibetazione del soffitto.

Se il locale ove si installa la stufa è piccolo e non è una zona di solo passaggio, quella stanza potrà risultare eccessivamente calda, in tal caso sarà necessario creare delle aperture in alto verso le altre stanze, al fine di favorire il massimo deflusso di calore fuori dal quel locale! Se il locale d'installazione è un disimpegno non molto grande, risulterà sovra-riscaldato ma non essendo zona di sosta non sarà fastidioso, in più, il passaggio delle persone, favorirà il movimento d'aria verso gli altri locali, i muri si scalderanno di più e scalderanno di conseguenza le stanze confinanti con essi. Il riscaldamento dei muri rende un comfort termico irraggiungibile con il solo riscaldamento dell'aria dei locali.

NOTA: le esperienze degli associati stanno evidenziando che le abitazioni ben coibentate vengono riscaldate con sistema naturale in maniera più uniforme ed efficace anche nel caso d'una installazione dell'apparato termico non pienamente centrale. Tali abitazioni soffrono molto meno l'eventuale condizione di dis-uniformità termica in caso d'installazione decentrata della stufa-camino.

CHIARAMENTE NON E' SOLO LA POSIZIONE DELLA STUFA A DETERMINARE IL SUCCESSO NEL RISCALDAMENTO DELLA CASA...

E' IMPORTANTE LA SCELTA DEL GIUSTO APPRATO.

per consulenze gratuite sul vostro caso visitate questa pagina ed inviateci le informazioni richieste

BUON RISCALDAMENTO A TUTTI!

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a info@stufefocolari.com


di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

IMPORTATORE ESCLUSIVO PER L'ITALIA

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano