REGENCY Casi reali e Realizzazioni New Page 12

StufeCaminettiTecnologiaCataloghiRealizzazioniContattiACQUISTI

REALIZZAZIONI e CASI REALI di riscaldamento con stufe e caminetti a legna

modello F3500 STUFA + AIRMATE  (piastra convettiva) + VENTILAZIONE 220V

UDINE

105mq classe energetica F

Scrive il cliente che ci segue da anni e fu associato all'Associazione Riscaldamento Naturale: "Nel salotto era già presente un caminetto che era nato aperto ed al cui interno è stato successivamente inserito un inserto il quale dal mio punto di vista non è idoneo a riscaldare la casa, tant’è che il precedente proprietario aveva abbandonato la legna e optato per una stufa a pellet posta nella medesima stanza mediante collegamento ad un’altra canna fumaria.

Il riscaldamento è ottenuto da due rumorose e fastidiose ventole che soffiano l’aria calda attraverso l’intercapedine dell’inserto, il risultato non è molto diverso da una stufa a pellet ma con rendimento minore."

 "A parte il fatto che le cariche di legna devono essere ravvicinate, il problema diventa grave quando la temperatura esterna va sotto lo zero termico; in questo caso il caminetto riesce a malapena a riscaldare la zona giorno, mentre la temperatura del corridoio della zona notte può scendere a 11-12 gradi. Anche riaccendendo il caminetto al mattino bisogna accendere i termosifoni (caldaia a gasolio vecchiotta).

Negli altri casi, con clima non rigido il caminetto riesce a scaldare tutto il piano, tenendo conto che a noi la zona notte non piace troppo calda, vanno bene anche 16 gradi. Il bagno invece nel pomeriggio e nella sera è scaldato sempre da un termosifone.

Tenga presente che La struttura della casa è in cemento armato (20/25 cm.) con intercapedine isolante in lana di vetro da 3 cm. e mattone forato da 8 cm., altezza ambienti 280 cm. Infissi in legno con doppi vetri di 30 anni fa. Solaio non isolato.

Essendo interessato a scaldare l’intera abitazione con sistemi a legna e desiderando anche a una lunga/lunghissima autonomia di combustione, vi allego piantina della casa e foto del caminetto con le relative misure, chiedendovi un parere su quali soluzioni adottereste (marche, modelli) e  sul costo dei prodotti.

Preferibilmente sarebbe mia intenzione recuperare e sfruttare il caminetto, magari con un inserto a lunga autonomia e demolendo la cappa in cemento per recuperare tutto il caldo possibile ma valuto anche la possibilità d'installare una stufa realizzando una canna fumaria nuova."

La consulenza ha evidenziato che il caso avrebbe giovato del massimo beneficio con l'installazione della stufa a legna F3500... i clienti dopo aver valutato attenatamente hanno rinunciato al vecchio caminetto in favore del sistema più performante possibile sia in autonomie sia in generosità di prestazioni.

Hanno installato la stufa a legna canadese Regency F3500 con 24 ore autonomia.

fase installazione stufa

Il cliente risponde alla nostra mail:

"Buongiorno Emiliano. Siamo contenti, questo inverno siamo riusciti a scaldare tutta la casa consumando all'incirca la stessa quantità di legna ma secondo me anche qualcosa in meno degli anni scorsi, ma con una resa calorica MOLTO più elevata.  Dico la verità, pensavo che avrei consumato molta più legna di quella che abbiamo bruciato!

In effetti non so quantificare ma sicuramente non ne ho usata di più degli anni scorsi, con un comfort termico di gran lunga superiore e con la comodità di doverla caricare una sola volta al giorno (nei periodi più freddi due o massimo tre ricariche, dipende dalla quantità della legna caricata) e di trovare casa calda al mattino o rientrando dopo molte ore di assenza.

Anche nei periodi più freddi ha svolto bene il suo compito.

 

In alcuni momenti scaldava fin troppo rispetto alle nostre precedenti abitudini, nelle camere ero abituato ad avere temperature molto più basse. Abbiamo fatto due cariche al giorno solo nei periodi più freddi, con temperature diurne prossime allo 0°, altrimenti bastava solo una carica al giorno.

È incredibile come la stufa riesca a conservare le braci così a lungo e contemporaneamente a continuare a scaldare e dare tepore all'ambiente. Svegliarsi la mattina e trovare la zona giorno bella calda è impagabile... e senza stare a caricare legna di continuo!

Direi obiettivo felicemente raggiunto.

 

Sono iscritto al Vostro canale Youtube, quindi ho già visto ed osservato con interesse la serie Cascades, proprio ieri sera guardavo sul sito della Regency.

I modelli che ha citato mi hanno subito interessato (4 tubi di combustione secondaria, catalizzatore di forma circolare posto all'uscita fumi ...)"

CONSULENZACONTATTIACQUISTI

 

importatore esclusivo

CENTRO RISCALDAMENTO NATURALE di Emiliano Squillari

str. Miravalle 17,  10024 - Moncalieri (TO) - Italy (visite su appuntamento)

mail :  info@stufefocolari.com

Telefono:  393 872 6192

P.IVA:  11309630017

AVVERTENZA LEGALE DM n.186, 7 novembre 2017: le stufe a legna vanno utilizzate come da certificazione (es.: prodotto 12 kw/h inserire 3.4kg legna all'ora con andatura elevata),

leggete attentamente il manuale Italiano fornito per acquisire le corrette indicazioni d'uso conformi al DM 186 per Italia/Europa.

RICHIEDETE SEMPRE il Manuale Italiano a  info@stufefocolari.com

Testi, fotografie e gestione web di Emiliano Squillari (o su concessione autorizzata). E' vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione.

Si declina ogni responsabilità per danni a persone o cose dovuti ad errata comprensione ed applicazione dei contenuti di questo sito.
Privacy    -    Informativa Cookies    -   
© 2009 Squillari Emiliano